Rss

  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • google

TestadiAlkol

Le TestediAlkol alle prese con gli okkiali ad alto tasso alcolico

“Aiuto ci vedo doppio!”

è la tipica frase di chi ha decisamente alzato il gomito… con gli occhiali per simulare il tasso alcolico hai la possibilità di provare come si altera la tua percezione quando hai bevuto, senza doverti ubriacare. E’ uno strumento importante usato già a scopo didattico in Francia, Spagna e USA. Indossandoli si percepisce in maniera realistica come si vede con un tasso di alcohol nel sangue   fra 0,80 e 1,2  (indicativo perché varia da persona a persona).

Le TestediAlkol e Paolo Hendel alle prese con gli okkiali ad alto tasso alcolico

Paolo Hendel nelle vesti di Carcarlo pravettoni suo personaggio storico di mai dire gol ha promosso con noi questi occhiali per poterli far conoscere e per far capire a tutti il pericolo che si corre e che facciamo correre agli altri, quando abbiamo bevuto troppo.

Lo spot radiofinico di Carcarlo Pravettoni alias Paolo Hendel per promuovere gli occhiali ad alto tasso alcolico

Generazioni Contatti ha acquistato alcune paia di questi occhiali e dalla settimana prossima li porterà nelle scuole medie inferiori del territorio. A supporto dell’iniziativa i ragazzi del progetto, con l’aiuto del testimonial Paolo Hendel, hanno creato una campagna-stampa oltre ad uno spot radio e tv.

Indossandoli si percepisce in maniera realistica come si vede con un tasso di alcohol nel sangue fra 0,80 e 1,0 (indicativo perché varia da persona a persona). “Molto dissuasivo perché vi assicuro – afferma Matteo Lucherini presidente di Contatti – che la sensazione è tutt’altro che piacevole, sembra di essere in balìa delle onde.

Per capire megli quello che si intende sarebbe bene provarli personalemnte, e se ci seguite nelle nostre iniziative non mancherà l’occasione, maper ora provate a vedere il corto animato che abbiamo realizzato insieme a Francesca Marinelli sull’utilizzo degli occhiali e sui loro effetti.

Cartoon realizzato per la presentazione degli “okkiali alkoici” nelle scuole fiorentine


“Il nostro obiettivo – continua Matteo – è farli provare ai ragazzi delle scuole medie inferiori e superiori della provincia di Firenze nei prossimi incontri che organizzeremo per parlare di sicurezza stradale e abuso di alcohol. Sempre mantenendo lo spirito positivo e divertente che contraddistingue tutte le iniziative sul territorio organizzate dall’Associazione”.

Ancora una volta è il caso di dirlo: okkio all’alcohol ragazzi!

Anche alcuni dei nostri testimonial e volti famosi hanno accettato di provare gli okkiali che simulano l’effetto dell’alcol,  un po per sfida perchè non credevano sul loro effetto, un  po per gioco ma poi anche loro sono arrivati alla conclusione che con l’alcol meglio non scherzare, ragazzi andateci piane,e ….bevete con la testa !!

Le foto della consegna ai nostri testimonial degli okkiali che simulano il tasso alkolico …

se ti interessa approfondire:

Leggi l’articolo di “Repubblica.it” sugli occhiali che simulano lo stato di ebrezza.

leggi l’articolo su presente suFirenze Today.

guarda il video realizzato delle prove di simulazione

Per dettagli tecnici: consulta il link www.alcovista.com

 

Paolo Hendel vs Carcarlo Pravettoni: due prestigiose Testedialkol in uno spot radiofonico per promuovere gli okkiali ad alto tasso alkolico.

Le TestediAlkol ed il comico fiorentino alle prese con gli okkiali ad alto tasso alcolico

Aiuto ci vedo doppio! Tipica frase di chi ha decisamente alzato il gomito… con gli occhiali per simulare il tasso alcolico hai la possibilità di provare come si altera la tua percezione quando hai bevuto, senza doverti ubriacare. E’ uno strumento usato già a scopo didattico in Francia e Spagna.

Paolo Hendel nelle vesti di Carcarlo pravettoni suo personaggio storico di mai dire gol ha promosso con noi questi occhiali per poterli far conoscere e per far capire a tutti il pericolo che si corre e che facciamo correre agli altri, quando abbiamo bevuto troppo.

Lo spot radiofinico di Carcarlo Pravettoni alias Paolo Hendel per promuovere gli occhiali ad alto tasso alcolico

Indossandoli si percepisce in maniera realistica come si vede con un tasso di alcohol nel sangue fra 0,80 e 1,0 (indicativo perché varia da persona a persona). “Molto dissuasivo perché vi assicuro – afferma Matteo Lucherini presidente di Contatti – che la sensazione è tutt’altro che piacevole, sembra di essere in balìa delle onde.”

Guarda il cartoon realizzato per la presentazione degli “okkiali alkoici” nelle scuole fiorentine

Generazioni Contatti ha acquistato alcune paia di questi occhiali e dalla settimana prossima li porterà nelle scuole medie inferiori del territorio. A supporto dell’iniziativa i ragazzi del progetto, con l’aiuto del testimonial Paolo Hendel, hanno creato una campagna-stampa oltre ad uno spot radio e tv.


“Il nostro obiettivo – continua Matteo – è farli provare nelle scuole per parlare di sicurezza stradale e abuso di alcohol. Sempre mantenendo lo spirito positivo e divertente che contraddistingue tutte le iniziative sul territorio organizzate dall’Associazione”.
Per dettagli tecnici:
www.alcovista.com
Ancora una volta è il caso di dirlo: okkio all’alcohol ragazzi!

Tutti i cartoni animati di “bevi con la testa”

Cartoons e animazioni realizzate dagli studenti delle scuole medie superiori della provincia di Firenze che lavorano al progetto “bevi con la testa”

Ecco una raccolta di animazioni, cartoons, vignette, caricature, fumetti, freddure, e altri sketch fatti da vari autori. C’é anche qualche firma famosa ma principalmente sono lavori realizzati da emergenti o studenti, e comunque potrete notare alcuni lavori notevoli ed interessanti realizzati da ragazzi molto promettenti!

Il cartoon musicale delle TESTEDIALKOL: il karaoke sul bere consapevole con testo anche in inglese


Il cartoon realizzato per sensibilizzare sulla responsabilità che ha il barista che ti somministra da bere


Cartoon per la presentazione degli okkiali che simulano il tasso alcolico

evoluzione dell’umanità secondo le TestediAlkol

cosa succede all’etilometro quando tu esci senza – animazione

 

Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player


Festa della Donna:beviamo con la testa o diventiamo Testedialkol!

affermano le studentesse che partecipano al progetto BEVI CON LA TESTA

Vogliamo sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della guida in stato di alterazione alcolica: l’universo femminile puo’  e deve fare qualcosa per cambiare le abitudini di tutti, giovani e adulti, donne e uomini !

“L’8 marzo 2012 distribuiremo, dopocena, nei locali del centro di Firenze gli alcol-test realizzati appositamente dalla Onlus Generazioni Contatti” – afferma il Presidente Matteo Lucherini – alcoltest monouso semplici da usare e personalizzati per l’occasione dalle studentesse, per ricordare a tutti che: “bere consapevolmente per continuare a divertirsi anche il giorno successivo, senza rischi per se stessi  e gli altri”.

Prendiamo spunto da Stefano Guarnieri, padre di un giovane ucciso sulla strada, che ha scritto un articolo che deve farci riflettere: “l’80% degli incidenti stradali è causata da guidatori maschi.

I comportamenti che portano alla mancanza di sicurezza sulle strade italiane sono quelli tipici dello stereotipo machista !
Non è un caso che i Paesi in cui c’è maggior sicurezza siano quelli dove le donne ricoprono piu’ di frequente ruoli di leadership nella societa’, a tutti i livelli. Questo bilancia naturalmente il machismo introducendo dinamiche diverse nei gruppi di comando e crea modelli nei quali i giovani si possono identificare evitando appunto l’equazione macho-leader.

Le donne devono prendere piu’ coraggio nel contrastare i comportamenti sbagliati degli uomini ( figli, padri, fratelli e mariti ) esercitando la loro influenza e rendendoli consapevoli che quel modo di agire sbagliato creare soltanto distruzione “.
Siamo anche consapevoli che in Italia le statistiche in tema di abuso di sostanze alcoliche parlano di un’escalation impressionante da parte delle donne. L’incremento nel numero delle consumatrici non riguarda solo le giovani generazioni ma coinvolge anche generazioni di donne più mature e anziane che non hanno ricevuto un’educazione formale su come consumare gli alcolici, su come evitare gli abusi.

“Da qui la voglia delle studentesse fiorentine di partecipare, coinvolgendo sia uomini che donne, al progetto BEVI CON LA TESTA che parte da Firenze nel 2009 e – ricorda Matteo Lucherini – “attraverso il web e le iniziative sul territorio, si sta diffondendo fuori dai confini regionali”.

CAMBIARE ABITUDINI PASSA ATTRAVERSO L’EDUCAZIONE ALLA CONSAPEVOLEZZA ED IL RUOLO DELLE DONNE DEV’ESSERE STRATEGICO.

 

festa della donna - la donna italiana