Rss

  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • google

TestadiAlkol

NOTTE BIANCA FIRENZE 2014 – mostra sul bere consapevole degli studenti americani con Testadialkol

“Drinking on the Right Side” Gli studenti americani contro l’abuso di alcol

Una mostra sarà inaugurata in occasione della Notte Bianca 2014, il 30 aprile alle 18,30
presso la sede della Misericordia in piazza Duomo e avrà luogo la Premiazione dei migliori lavori.

AACUPI (Association of American College and University Programs in Italy) ha organizzato, in collaborazione con TESTADIALKOL (progetto BEVI CON LA TESTA) una competizione di grafica sul tema del “bere consapevole”.
Da troppo tempo, gli studenti americani salgono alla ribalta delle cronache per episodi negativi legati all’abuso di alcol. Oggetto della gara è la produzione di un elaborato che contenga un messaggio sul bere consapevole.

In questi giorni, la giuria, composta da Sergio Staino, Mauro Avellini Vicedirettore de La Nazione, Cristina Giachi Assessore alle Politiche Giovanili di Firenze, Paolo Hendel, Mario Morcellini dell’Università La Sapienza, Valentino Patussi del Centro Algologico Toscano, Filippo Luti (soprannominato dagli studenti “il filosofo delle testedialkol) in rappresentanza del progetto “Bevi con la Testa 2014″, ha proceduto alle votazioni.

GUARDA IL VIDEO MUSICALE REALIZZATO DAGLI STUDENTI AMERICANI DI FIRENZE PER IL BERE CONSAPEVOLE CON SOTTOTITOLI IN ITALIANO:

NOTTE BIANCA 2014

 

LA SCRITTA UMANA PIÙ GRANDE D’ITALIA (forse d’Europa) realizzata dagli studenti testedialkol

 

CE L’ABBIAMO FATTA RAGAZZI INCREDIBILE MA VERO!

Conclusa la manifestazione in Piazza dei Miracoli. Oltre 2.000 studenti pisani, alla presenza del Ministro Carrozza, hanno lanciato il messaggio “L’alcol non fa miracoli”

Oltre 2.000 studenti di 11 Istituti scolastici di Pisa, in rappresentanza di tutte le scuole della Provincia, si sono dati appuntamento in Piazza dei Miracoli. Dopo aver indossato una maglietta “logata” con i colori della città, in pochi minuti, si sono posizionati sul tappeto erboso più fotografato al mondo. Alla presenza del Ministro Maria Chiara Carrozza e del Prefetto Francesco Tagliente hanno formato la scritta “L’ALCOL NON FA MIRACOLI”: un monito provocatorio di fine anno contro l’abuso delle sostanze alcoliche, da parte dei giovani pisani a tutti gli italiani.

Il messaggio ‘fisico’ è stato simbolicamente scelto proprio per ribadire il no degli studenti all’abuso di alcol, con l’augurio di un effetto emulativo capace di coinvolgere i giovani di tante altre città d’Italia. Questo messaggio di legalità sul bere consapevole proposto da Matteo Lucherini, Presidente della Onlus “Generazioni Contatti Giovani e Adulti”, e organizzato dalle scuole pisane, è stato fortemente voluto dal Prefetto di Pisa Francesco Tagliente e condiviso dal Presidente della Regione Enrico Rossi, dal Presidente della Provincia Andrea Pieroni, dal Sindaco di Pisa Marco Filippeschi e dal Dirigente Scolastico Provinciale Luigi Sebastiani. La foto aerea della “scritta umana” di Massimo Sestini, è stata scattata da un elicottero della Polizia di Stato che ha sorvolato la Piazza. “Bere si, dunque, ma con la testa, per un divertimento che non metta a rischio la vita”, è il messaggio che i giovani che aderiscono al progetto vogliono comunicare con forza, anche oltre gli schemi dell’ informazione e del linguaggio tradizionale. L’iniziativa da Piazza dei Miracoli si affianca all’impegno di diffondere la cultura del divertimento sano, coltivato dallo stesso gruppo di ragazzi anche attraverso il web, per raggiungere il maggior numero di coetanei con una comunicazione efficace. La coreografia umana è stata arricchita dalla presenza della conduttrice televisiva Benedetta Rinaldi che ha intervistato uno dei professori, l’architetto Alberto Scattolin. A seguire il Ministro Carrozza ha rivolto un saluto agli studenti protagonisti della coreografia. Alla manifestazione, oltre al Prefetto, al Presidente della Provincia, al Dirigente Scolastico Provinciale e al Sindaco di Pisa, hanno partecipato anche i Sindaci degli altri 38 Comuni della Provincia. Pisa, 21 dicembre 2013

64234_478179435623863_1440248708_n 549206_478179778957162_190162733_n 555101_477755682332905_182104658_n 1470024_477755382332935_326792381_n 1484115_477755658999574_95097935_n 1484116_477755472332926_1588360247_n 1503915_477755442332929_1288808012_n 1507747_477755762332897_839140384_n 1508637_477755422332931_1144311407_n 1514976_477755602332913_1895475584_n dd fo1to 2 fo333to 3 fotnno 2 foto 1 foto foto.JPG44 foto444 4 hh L'Alcol non fa Miracoli 2 nn

 

GODITI LA VACANZA, BUONA PASQUA!

DURANTE LE VACANZE PASQUALI SCEGLI FRA UNA BEVANDA ALCOLICA ED UNA ANALCOLICA…..PUOI SCEGLIERE CON LA TESTA A SECONDA DELLE OCCASIONI E COSI’ DIVERTIRTI SENZA METTERE A RISCHIO LA TUA VITA E QUELLA DEGLI ALTRI.

RICORDATI CHE BASTANO DUE BICCHIERI DI BIRRA PER AVERE UN TASSO ALCOLEMICO SUPERIORE ALLO 0,50 CONSENTITO DALLA LEGGE E, COMUNQUE, ALTERARE LE TUE PERCEZIONI DI GUIDA!

BUONA PASQUA BEVI CON LA TESTA

TESTADIALKOL parla al convegno internazionale “Alcohol Prevention Day 2014″

ALCOHOL PREVENTION MANIFESTO ROMA

ALCOHOL PREVENTION DAY IN ROMA, MERCOLEDI’ 9 APRILE 2014 – CENTRO CONGRESSI FONTANA TREVI

La comunità scientifica ha contribuito nel corso degli ultimi anni a fornire evidenze che hanno sollecitato e indotto una riflessione purtroppo mai sufficientemente approfondita sui rischi e sui danni causati dal bere e soprattutto dai modelli, dalle mode e dalle tendenze che hanno influenzato i comportamenti individuali, soprattutto dei giovani, ma anche le modalità di relazione e di aggregazione che caratterizzano la società moderna. Il mondo dei social network e le tecnologie alla portata di mano di tutti contribuiscono sempre di più alla diffusione rapida di culture del bere alle quali è difficile rispondere con tempestività attraverso le risposte istituzionali e le policy relative all’alcol. Tredici anni di Alcohol Prevention Day hanno evidenziato che è irrinunciabile, utile e indispensabile catalizzare il dibattito attraverso le presentazioni dei dati, le considerazioni e le indicazioni delle azioni dotate di provata efficacia che ogni anno emergono dalla giornata cardine del Mese di Prevenzione Alcologica come rilevante risorsa per la tutela della salute.

Le valutazioni complessive inerenti le prospettive sanitarie, sociali, culturali, economiche, legali che possono contrastare l’impatto rappresentano, infatti, il volano virtuoso che, attivato a livello nazionale, regionale e locale garantisce che l’alcol sia sempre ricompreso nell’agenda pubblica di intervento e prevenzione anche grazie al contributo della società civile e del terzo settore, dei gruppi di auto e mutuo aiuto, dei club alcologici territoriali e di una rinnovata collaborazione con le strutture e gli operatori del SSN.

Il panorama mondiale, la prospettiva europea, l’analisi nazionale del fenomeno causa di un’elevata mortalità (la prima al mondo fino ai 25 anni di eta’), morbilità e disabilità fanno da cornice quest’anno all’identificazione di priorità che sono e restano di interesse del semestre italiano di presidenza UE in cui potrebbe definirsi un Piano di Azione comunitario rivolto ai giovani e al fenomeno del binge-drinking e dei consumi a rischio, oggi fortemente influenzato da sistemi di comunicazione, da una rete mediatica sempre più capillare, di cui il marketing commerciale e la rete dei social network, più che la prevenzione, hanno potuto avvantaggiarsi anche fronte di investimenti fortemente differenziati.

L’alcol, è oramai noto, è causa di centinaia di malattie, numerosi tipi di cancro e di una delle forme più temibili di dipendenza, costantemente in incremento e coinvolgente persone sempre più giovani, più donne e anziani ma impattante anche sulle persone in età lavorativa, nei contesti e nei luoghi di lavoro, con assenteismo e perdita di produttività e fenomeni che richiedono attività di prevenzione per la salvaguardia dell’incolumità dei terzi. Rilevantissimo è anche l’impatto clinico, in particolare sulle patologie epatiche che oggi richiedono una particolare attenzione relativamente alle problematiche connesse ai trapianti di organo.

L’Alcohol Prevention Day 2014, catalizzatore del dibattito che si svolge nell’intero corso del Mese di Prevenzione Alcologica, è sostenuto e finanziato dal Ministero della Salute e svolto e promosso in stretta collaborazione con la Società Italiana di Alcologia, l’Associazione Italiana dei Club Alcologici Territoriali – AICAT ed Eurocare.

Sono intervenute al dibattito alcune associazioni che sul territorio italiano applicano la prevenzione e la diffusione dei modelli positivi sui comportamenti inerenti il divertimento ed il bere consapevole, fra cui BEVI CON LA TESTA nata a Firenze dagli studenti e da Matteo Lucherini.

GUARDA IL VIDEO (con sottotitoli italiano) DRINKING ON THE RIGHT SIDE in collaborazione con le Universita’ Americane

Insieme a testadialkol l’associazione delle Università americane in Italia AACUPI organizza un contest artistico nel 2014 per coinvolgere gli studenti italiani e americani sul bere responsabilmente. UN GRANDE PROGETTO ITALIANO PER UNIRE LA CREATIVITÀ DEI GIOVANI.

fodto fogto fotdo fotho foto (2) foto.JPfafG sfoto

Miche Placido alle testedialkol:L’alcolismo giovanile è un tema poco sviluppato da cinema e teatro!

Michele Placido e Testadialkol
“E’ DIFFICILE SPIEGARE QUANTO E’ BELLA LA VITA!”

guarda l’intervista

L’intervista delle testedialkol con Michele Placido

Michele Placido e l’alcol.
Se devo esser sincero non ho mai vissuto grandi problematiche sull’uso di alcolici perché vengo da una famiglia del sud dove non c’è una grande tradizione alcolista. Da noi é più una tradizione di cibo e di vino, strettamente legato all’uso in tavola.  Nella mia adolescenza non c’erano poi questi locali dello sballo e giravano piu’ spinelli che bottiglie.
Vedo adesso girovagare per la città di Roma, come se fossero miei figli, dei ragazzi, nei luoghi sacri dello sballo ( piazza Farnese, Campo dei Fiori, Ponte Milvio): ragazzi molto giovani….ma sopratutto ragazze di 14-15 anni completamente sballate, sopratutto al venerdì e sabato. Questa cosa mi rattrista molto.

E’ un problema che va a crescere, ragazzi sempre più giovani e sempre più in largo numero!
Purtroppo si! Ci sono tanti interessi da difendere da parte dei produttori di alcol e dallo Stato stesso che guadagna molto sul consumo d’alcool, oltreche’ dai proprietari dei locali.
Occorre fare delle campagne sociali mirate e con dei divieti ben precisi. Con la proibizione del fumo si sono ottenuti risultati molto importanti e l’alcool é forse più pericoloso della sigaretta, sopratutto come comportamento sociale!

C’è una scuola di pensiero secondo la quale l’abuso di sostanze e la ricerca di paradisi artificiali ai nostri tempi é favorita anche perché i giovani non sarebbero più capaci di affrontare gli inevitabili fallimenti della vita!
Inevitabili fallimenti della vita da parte dei giovani? Io vedo che ci sono comunità straniere che lavorano e operano in Italia da decine di anni…la comunità filippina oppure quella indiana che non sono alcolisti ed i cui figli non consumano alcol; eppure avrebbero maggiori ragioni dei figli degli italiani che hanno agiatezza e benessere. Questi ragazzi hanno pero’ il senso della famiglia. Forse questo manca ai giovani d’oggi da parte dei genitori, il rapporto di affettività coi figli; parlerei quindi di vuoto affettivo per chi ricorre all’alcool più che di vuoto dovuto all’avvenire. Certo la conseguenza del vuoto affettivo é anche la conseguenza sul futuro, sul lavoro…però ripeto io metterei al primo posto il vuoto affettivo all’interno della famiglia. C’è poi senz’altro anche una grave mancanza di attenzione delle istituzioni ai giovani: sappiamo bene che se tu sai di poter partecipare ad un progetto sociale importante di una nazione che veramente mette i giovani al primo posto probabilmente ti sentiresti più garantito e più rispettoso verso se stessi e verso gli altri.

Il teatro ed i suoi film affrontano in particolare il disagio sociale a partire dalla tossicodipendenza; affrontano forse meno il problema dell’alcolismo fra i giovani!
Hai perfettamente ragione se ne vedono pochissime di riflessioni attraverso il cinema o il teatro che riguardano l’alcolismo giovanile, non mi viene in mente nessun film italiano in particolare, nessun testo teatrale. E’ una riflessione che mi fai fare, me la porto a casa…non dico che la farò io ma ne parlerò volentieri con i miei colleghi attori e registi!
Il vuoto che porta a bere alcool molte volte dipende da un vuoto interiore che é dovuto sopratutto a non conoscere abbastanza la bellezza della vita…é tutto lá ragazzi! Non é facile spiegare la bellezza della vita: veder sorgere il sole, dialogare con un albero! Sembrano cose folli lo so…ma la bellezza della vita é anche respirare la salsedine del mare, all’alba con gli amici.

Ci sono persone che criticano chi fa arte o intrattenimento per quanto riguarda temi sociali…accusati di ipocrisia o di volersi in qualche modo incensare. Lei ha mai subito critiche del genere e come si é difeso e consiglia a noi di difenderci?
Non so chi fa queste critiche, ma in genere sono degli intellettuali o persone che vogliono a loro volta esser protagonisti della scena! Ma si può esser e si deve esser protagonisti, come nel mio caso questa sera a teatro, o voi che proponete una campagna contro l’alcolismo, senza aver paura! Io non ho paura di esser protagonista perché so che sono soltanto un mezzo, uno strumento; se poi delle persone mi vedono come un vanitoso, come una persona con un ego spropositato, é un problema loro. Se riescono a vedere questo aspetto nei confronti di chi fa il suo dovere sociale, mandando un messaggio agli altri è forse perche’, come dice il Vangelo, notano la pagliuzza nell’occhio dell’altro e non la trave nel proprio occhio!

le foto dell’intervista con Michele Placido

 

Avete visto i braccialetti con la Fondazione Antonino Caponnetto?

Con grande soddisfazione e orgoglio gli studenti delle testedialkol presentano i bracciali unisex che abbiamo stampato assieme alla FONDAZIONE ANTONINO CAPONNETTO e ONLUS BEVI CON LA TESTA! Insieme per combattere l’illegalità! Perché dai comportamenti, vedi l’abuso di alcol, fuori dalle regole civili si possono raggiungere comportamenti estremi come ci racconta il rapper CISKY nel suo brano TESTEDIALKOL che potrete ascoltare fra i video della homepage (barra nera a destra).

SE VOLETE RICEVERE GRATIS IL BRACCIALETTO SCRIVETE UNA MAIL A INFO@TESTADIALKOL.IT
VE LO SPEDIAMO A CASA CON LA PROMESSA CHE TU LO INDOSSI E FAI PROMOZIOME DEL NOSTRO MOTTO: “NON FAR LA TESTADIALKOL, IL VERO SBALLO É LA VITA!”

image

La Iena Andrea Agresti ti spiega come si USA L’ALCOLTEST!

“- se potessi tornare a scuola lo farei domattina stessa…son stati momenti indimenticabili! Però la prima cosa che farei mi toglierei qualche sassolino dalla scarpa – dice ridendo Andrea Agresti – mandando a quel paese qualche Prof !”

Così  ”la Iena” ( in incognito) ha esordito nel suo sit-in nell’aula di scienze dello Scientifico Leonardo da Vinci a Firenze. Gi studenti della redazione del periodico scolastico gli han chiesto qual’é il suo rapporto con l’alcool: “-….ci vò d’accordo con l’alcool perché sono un noioso astemio…non mi garba proprio anche se ho assaggiato di tutto prima di capire che é il mio corpo che non lo tollera!”

Andrea racconta con la sua gestualitá da toscano verace di quando l’hanno fotografato alla festa della birra a Carrara con in mano un boccale di “coca-cola” attorniato dagli amici coi boccali di birra!  “- Tuttavia – aggiunge Agresti – bevo mezzo bicchiere di vino a pranzo per via dei polifenoli antitumorali che contiene!  Oh ragazzi con questo non é che se uno ne beve una bottiglia intera assume più polifenoli e si cura di più…..sennò sarebbe come farsi la barba sette volte al lunedì e poi non farsela più per tutta la settimana!”

“- Lo so che per un rockettaro al 100% come sono é vergognoso non bere…ma io vado avanti a The alla pesca! Cosa  c’è di buono ragazzi che non bevendo alcool c’è né di più per gli altri…sono quindi un pessimo rappresentante delle testedialkol oppure ottimo – ride Andrea Agresti – dipende dai punti di vista !”

Le mie sbornie clamorose le ho prese lo stesso…roba da vergognarsi….mi son trovato sotto la pioggia a crossare palloni con gli amici nel cortile di uno sconosciuto senza sapere com’ero finito li…eppoi ovviamente riaccompagnato a braccia a casa perché sbronzo completo!”

“- Si cade spesso, da adolescenti, nella trappola che bevendo si diventa piu simpatici e spigliati e se non si beve col gruppo si é estromessi dal gruppo stesso! Sbagliato ragazzi…..la simpatia e tutto il resto sono una questione di personalitá, di forza d’animo! ecco perche la Musica, l’arte e lo sport possono essere dei grandi motivatori per allontanarsi da percorsi sbagliati e scoprire se stessi….io ad esempio – prosegue la Iena Agresti – sono stato un atleta per lungo tempo da giovane!”

” – la mia testimonianza da TESTADIALKOL é dar consigli anche agli adulti non solo giovani…perche il rischio di guidare ubriachi lo possiamo correre tutti, indistintamente!

Dunque se hai bevuto fai Alcoltest e se risulti positivo, passa le chiavi amico…ma prima fai alcoltest anche all’amico, eh?!” Concludendo la simpatica chiaccherata in aula con i numerosi studenti del liceo fiorentino, Andrea Agresti si é soffermato sulla sua esperienza professionale nella trasmissione LE IENE su Italia Uno:

“- rispondo subito io alle tre domande che sempre mi fanno sul programma: SI, Ilary Blasi é bòna; SI, ogni tanto prendiamo le botte; SI, Enrico Lucci é proprio così al naturale!

“- Aggiungo che nel recinto delle Iene mi ci trovo proprio a mio agio e, dopo un durissimo lavoro preparatorio, la soddisfazione di spiegare ai telespettatori come evitare le truffe in agguato é immensa!  Oramai ce l’ho nel DNA il fiuto per le truffe e scovo le cose che non vanno anche nella mia vita quotidiana….son diventato sospettoso su tutto ! – chiude l’intervista Agresti con una fragorosa risata!”
9

99

999

99999

agresti in aula 1

IL CARTOON-KARAOKE delle testedialkol (sei proprio una grande…testadialkol!)

Cartoon realizzato dagli studenti progetto TESTADIALKOL, imitazioni di Leonardo Fiaschi, CON L’IMITAZIONE STRAORDINARIA DI GUIDO MICHELI I il cummenda della commedia italiana e di Gianna Nannini, Franco Califano e Pino Daniele. progetto autofinanziato studenti fiorentini, milanesi, romani, sul divertimento consapevole, cartoon karaoke, progetto bevi con la testa, produzione matteo lucherini, onlus generazioni contatti, giovani e adulti comunicano, eventi e iniziative a favore dell’ascolto fra generazioni, www.testadialkol.it, ANIMAZIONI FRANCESCA MARINELLI, FRANCESCO FORTI, SUPPORTO ANIMAZIONI CRISTIAN GUERRESCHI, MUSICHE GIANFILIPPO BONI, TESTI VLADIMIRO TOMEO, CRISTIANO SCIASCIA, TRADUZIONE TESTI MELISSA CAMMARATA, EMILY WOODROF, NON FAR LA TESTADIALKOL, DIVERTITI DI TESTA, CAMPAGNA TESTEDIALKOL, SE FAI LA TESTADIALKOL, USA L’ALCOLTEST, PASSA LE CHIAVI AD UN AMICO, testimonials,
Alex Uhlmann (Planet Funk); Cesare Prandelli (allenatore); Alex Neri (deejay); David Guetta (direttore radio); Federico Russo (presentatore tv e radio); Francesco Baccini (cantautore); Roberto Vecchioni (cantautore); Maurizio Battista (attore comico); Giancarlo Magalli (presentatore e autore); Rossella Brescia (attrice e presentatrice tv); Gianfilippo Boni (musicista); Eugenio Giani (politico); Amadeus (veejay); Gialappa’s (radio 101); Margherita Hack (astrofisica); Conte Galè (veejay); Massimo Boldi (attore); Rocco Siffredi (attore); Max Pisu (attore comico); Pif (attore comico); Diego Abatantuono (attore); Walter Santillo (autore); Gaetano Gennai (presentatore e attore); Franco Di Mare (giornalista); Cristiano Militello (presentatore e autore); Andrea Agresti (attore comico); Paolo Beldì (regista); Paolo Hendel (attore comico); Sergio Staino (autore e disegnatore); Platinette (artista); Paolo Vallesi (cantante); Mario Morcellini (preside facoltà La Sapienza); Massimo Ceccherini (attore); Gianfranco Monti (presentatore); Ugo Conti (attore); Alessandro Paci (attore comico); Alessandro Masti (presentatore); Jerry Calà (attore e musicista); Alessandro Greco (veejay); Niccolo’ Ceccarini (telecronista); Caparezza (cantautore); Fabio Irco (conduttore e giornalista tv); Charlie Gnocchi (personaggio tv); Alessandro Cecchi Paone (giornalista); Leonardo Fiaschi (imitatore); Funk Off (marchin’band); Lillo&Greg (comici); Ricky Memphis (attore); Enrico Ruggeri (cantautore); Ciccio Graziani (campione del mondo ’82); Roberto Ciufoli (attore); BandaBardo’ (musicisti); Sergio Sironi (imitatore); Paolo Ruffini (attore); Natalino Balasso (attore comico); Nuccio Vip (personaggio tv); Luisa Corna (attrice); Costantino Vitagliano (attore); Massimo Sandrelli (giornalista); Elisa Sergi (conduttrice tv); Pantaleo Corvino (direttore sportivo); Graziana Vitti (conduttrice tv); Paolo Conticini (attore);Giorgio Ariani (attore); Luca Gardini (campione mondiale sommelier); Giuliano Rossetti (umorista); Martino Montanarini (a.d. Giunti Editore); Massimo Mattei (assessore mobilità); Francesco Selvi (direttore TG regionale); Simone Corrente (attore); Luca Calvani (attore); Laura Bono (cantante);Flavia Cercato (conduttrice radio 101); Marco Masini (cantante); Rosso Antico (gruppo folkloristico); Chiara Squaglia (meterologa); Banpay Crew (gruppo raggae); Renzo Arbore (musicista)