Rss

  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • google

TestadiAlkol

CIMG1673 (2)

INCONTRO CON ROCCO TANO IN ARTE SIFFREDI: in versione genitore per il bere responsabilmente!

ROCCO TANO IN ARTE ROCCO SIFFREDI PORNOATTORE DI FAMA MONDIALE

IN VERSIONE GENITORE PER L’INCONTRO CON I RAGAZZI DELLE TESTEDIALKOL (clicca versione da 10 minuti o da 2 minuti qui sotto!)

Incontrando Rocco Tano.
Sabato 28 maggio. La temperatura è piu’ da estate che da primavera.
Eccolo! Da dietro l’angolo di via dello Steccuto, accanto alla Centrale di Milano, sbuca la inconfondibile sagoma di Rocco Siffredi, lo stallone italiano. Una simpatico giuoco fatto da un giornale qualche mese fa lo dava per il viso piu’ noto, fra giovani e adulti, superando perfino, per riconoscibilità immediata, il viso di Benedetto XI (!)
Jeans e camicia aperta, occhiali da sole infilati nella t-shirt, andatura decisa e sguardo diretto verso il gruppo di ragazzi che lo attende fuori dall’Hotel.
“- Hey guys !” L’accento tradisce le origine del centroitalia ma ormai la sua lingua parlata è l’inglese. A Budapest, la sua seconda patria e dove vive con la famiglia ed un parco di animali esotici, possiede la piu’ grande sala di posa forse d’europa… 10.000 mq !

Rocco appena lo incontri non tradisce! E’ quello che vedi: un ragazzo di 47 anni che sa come gira il mondo “e odia coloro che predicano il nulla e ingannano i giovani con false promesse… !” Il mondo dell’Hard è fatto di false promesse per ragazzi e ragazze che ci si buttano per una fetta di celebrità, altrimenti irraggiungibile. Difatti Rocco se ne è allontanato ed ora non “professa” piu’, se non in qualche occasione speciale. La sua bellissima famiglia formata con la ex miss Ungheria, conta due figli adolescenti e tanti animali, in una villa fuori città. Abbiamo colto immediatamente, al telefono con Rocco, la voglia di capire meglio cosa l’associazione Generazioni Contatti sta facendo per diffondere la cultura del bere consapevole e dell’etilometro.
Rocco Siffredi lo vogliamo con noi perché rappresenta nell’immaginario collettivo una persona che si è fatta da se, conosciuta da quasi tre generazioni di italiani e profondo conoscitore del mondo del divertimento e dell’intrattenimento… quel mondo che ultimamente ha portato in Italia usanze a noi quasi sconosciute: lo sballo, la drunkoressia (ragazze che non mangiano per poter bere piu’ alcolici e ingrassare meno) il coma etilico, la ciucca collettiva, gli shottini 3×2!
Quando gli chiediamo cosa rappresenta per lui il mondo della notte e del divertimento estremo fa spalluccia…! “- Hey man… io sono poco informato su questo e lo ero anche quando lavoravo nell’hard. Per fare quello che ho fatto io bisogna fare una vita irreprensibile: a nanna presto, assolutamente da evitare l’alcool e la droga e niente eccessi fuori dal set ! Senno l’attrezzo del mestiere non risponderà alle tue richieste di stare 8-10 ore sotto i riflettori e fra corpi nudi di belle ragazze !”
Effettivamente a noi del gruppo giornalistico del progetto BEVI CON LA TESTA era sfuggito questo aspetto; per noi l’attore porno vive una vita sregolata e oltre ogni limite… donne, champagne e auto di lusso. Per questo ci era piaciuta l’idea di intervistarlo e coinvolgerlo nella nostra campagna che ci vede tutti impegnati a mettere in bocca a giovani, adulti, personaggi noti e meno noti, l’etilometro tascabile….! Rocco Siffredi con l’etilometro in bocca e lo slogan che recita: ETILTEST: LA MIA VERA PROTEZIONE!

Lui rimane pero’ entusiasta della nostra idea e ci da l’ok ad usare la sua immagine per le iniziative legate ai nostri eventi sul bere consapevole!
La trasparenza dei pensieri di questo ragazzo “cresciuto a pane e pene” (una canzone di Elio e le Storie tese diceva qualcosa del genere) è disarmante: penseresti di trovarti davanti un borioso signore che tutto il mondo definisce il re dell’Hard. Nato alla corte di Gabriel Pontello, ha recitato con il piu’ “grande” di tutti, John Holmes! Eppoi Cicciolina, Moana Pozzi, Selen, Teresa Orlosky… il parterre de roi della Holliwood della pornografica! Invece hai davanti una persona normalissima, saggia e arguta che ci racconta volentieri del suo passato e sconsiglia i giovani ad intraprendere oggi una carriera come la sua in un mondo oramai cambiato dal web e dagli eccessi richiesti dalla sempre piu’ vasta platea che arriva anche nei paesi che prima non avevano possibilità (a meno che non si volesse rischiare la pena di morte) di accedere all’hardcore.
Rocco Siffredi l’intervista con i ragazzi l’affronta dapprima in piedi con il diciottenne intervistatore Filippo che, dopo varie false partenze dovute alla forte emozione del momento, lo pone di fronte a domande che riguardano il suo passato ed il suo presente di genitore… poi, rotto il ghiaccio, l’intervista prosegue con LUI seduto in mezzo ai ragazzi che intervista a sua volta… e la cosa diventa una amabile conversazione nel salotto di casa! Mai un’eccesso nei suoi racconti, mai una parola di troppo che tradisca il suo personaggio; coinvolge tutti in un interessante confronto fra generazioni dove, secondo Rocco, il genitore migliore è colui che assolutamente da l’esempio in prima persona nel approcciare il mondo esterno alla famiglia con il rispetto per gli altri e l’onesta. Il genitore migliore non s’improvvisa “amico del figlio” e non ripete ossessivamente che “ai suoi tempi questo non si faceva”…interpreta e codifica il presente e cerca di dispensare consigli equilibrati, senza ignorare quello che è la realtà.
Finita l’intervista-salotto, la foto con Rocco e gli etilometri è d’uopo, esibendo tutti le magliette create dai ragazzi, con la scritta TESTA DI ALKOL, che stanno avendo un successo incredibile con il tam tam fra amici.

Chi pensava fra di noi che lo Stallone Italiano dedicasse i 30 minuti di rito per l’intervista e si dileguasse con passo svelto e l’aria accigliata dal ritardo, oltre la porta della hall, rimane deluso. Rocco si ferma a prendere un caffe’ al bar dell’hotel, confermando la sua naturalezza, con una cortesia d’altri tempi nei confronti della maleducata barman. E’ un fiume in piena di aneddoti e racconti di vita vissuta: la presenza dei tanti ragazzi, indistintamente femmine e maschi, accorsi all’appuntamento di Milano, lo ha caricato di entusiasmo e voglia di esserci ! Ci racconta della negativa esperienza con i mass-media italiani, che cercano lo scoop forzato sul personaggio Siffredi e ci accenna del suo impegno prossimo per aiutare una associazione animalista, con una campagna contro l’abbandono in estate. C’è ancora il tempo per farsi ritrarre con in mano una foto di una fan fiorentina che non è potuta venire e che ha pregato l’amica presente di farsi ritrarre virtualmente con Rocco. Appuntamento quando sarà possibile a Firenze… “- perche’ non ci vengo da quando ero ragazzino…!”
Ciao Rocco, sei davvero un mito!

DSC07924

DSC07928

DSC07934

DSCF0757

DSCF0763

DSCF0765

DSCF0766

DSCF0770

DSCF0773

DSCF0774

DSCF0782

CIMG1673 (2)

CIMG1676

CIMG1677 (2)

DSC07897

DSC07915

DSC07922 (2)