Rss

  • facebook
  • twitter
  • youtube
  • google

TestadiAlkol

Sosteniamo il progetto dell’Universita’ di Firenze “NON OCCORRE ESSER GENIO PER SOSTENERE LA RICERCA”

E’ decollato il Progetto “Giovani e Salute” intrapreso dall’Università degli Studi di Firenze, ed in particolare dalla Struttura di Tossicologia Forense della AOU Careggi, appoggiato dall’Ufficio della Dirigenza Scolastica Regionale, dall’assessorato all’Educazione del Comune di Firenze e da numerosi Comuni dell’area provinciale.
L’Associazione GENERAZIONE CONTATTI Onlus, che nasce alla fine del 2009 con lo scopo di occuparsi di iniziative a favore dell’ascolto fra generazioni, ha sostenuto il progetto – spiega il presidente Matteo Lucherini – attraverso l’opera di sensibilizzazione dei Dirigenti scolastici, corpo insegnanti, genitori e ragazzi stessi.
La Professoressa Elisabetta Bertol – Ordinario di Tossicologia Forense e Presidente Associazione Scientifica
Gruppo Tossicologi Forensi Italiani, conduce il progetto, ed ai ragazzi che vi partecipano regalerà una maglietta il cui logo è stato realizzato dai giovani della nostra associazione.
Il Progetto “Giovani e Salute” è finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento delle Politiche Antidroga. Lo studio è volto ad acquisire e approfondire le conoscenze esistenti nel campo delle abitudini giovanili al consumo di prodotti contenenti sostanze non appartenenti agli stupefacenti, ugualmente pericolose per la salute fisica e comportamentale dei giovani, che spesso inconsapevolmente – senza cioè conoscerne il reale contenuto – fanno uso di prodotti che, non essendo assolutamente proibiti dalla legge, sono di libera vendita e spesso commercializzati con nomi allettanti, sia nel mercato della grande distribuzione che su internet.
Ci si riferisce, tanto per fare un esempio, agli “energy drinks” che contengono caffeina in quantitativi, per ciascuna lattina, pari a quella contenuta in 3 fino anche a 6 caffè espressi, o ad altre sostanze di comune consumo, ma presenti in maniera eccessiva, con possibili danni alla salute, specialmente sul sistema cardiovascolare.
Un aiuto alla presente ricerca viene richiesto agli studenti di età 12/13 – 15/16 anni con la compilazione di un questionario anonimo ( che riguarda anche l’eventuale uso di alcol ) e la donazione di una piccola ciocca di capelli, tagliati in modo da non creare alcun inestetismo, sulla quale eseguire la ricerca, con esclusione delle sostanze stupefacenti. E’ garantito il completo anonimato e l’eliminazione dell’eventuale residuo di capelli (dei quali è in ogni caso irrintracciabile la provenienza) al termine della ricerca.

Comments are closed.